2 utenti stanno visualizzando questa discussione: (0 membri, e 2 visitatori).
Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Piano di volo & ultraleggeri
Autore Messaggio
case106 Offline
Junior Member
**

Messaggi: 6
Registrato: Jul 2005
Reputazione: 0
Messaggio: #1
Piano di volo & ultraleggeri
Salve, sono un pilota di ultraleggero. Con l’abolizione del’art. 4 del D.P.R. 5 agosto 1988, n. 404 ”Regolamento di attuazione della legge 25 marzo 1985, n. 106, concernente la disciplina, del volo da diporto sportivo”, che limitava il volo degli ultraleggeri unicamente al territorio nazionale e le acque territoriali alla distanza di almeno quattro chilometri dai confini dello Stato, è possibile recarsi all’estero con un ultraleggero.

Per gli aeromobili è obbligatorio fare il piano di volo quando si vogliono attraversare i confini FIR internazionali. Per gli ultraleggeri questo obbligo non è stabilito da nessuna legge o regolamento. Altresì non è stabilito nessun divieto di legge per un ultraleggero a presentare un piano di volo.

Ritenete che un ARO possa accettare un piano di volo presentato da un ultraleggero che, partendo da una aviosuperficie sita al di fuori di spazi aerei controllati, voglia recarsi all’estero?
Grazie
Nuccio
15-07-2005 11:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
snowplough Offline
Junior Member
**

Messaggi: 31
Registrato: Dec 2004
Reputazione: 0
Messaggio: #2
Piano di volo & ultraleggeri
secondo me il piano di volo di un ultraleggero non ha nessun senso, poichè questo NON DEVE contattare nessun ente ats.Smile
16-07-2005 12:07
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
case106 Offline
Junior Member
**

Messaggi: 6
Registrato: Jul 2005
Reputazione: 0
Messaggio: #3
Piano di volo & ultraleggeri
Grazie per la risposta.
Pensi che io possa presentarmi ai confini FIR ed entrare in contatto con l'ente di controllo estero, visto che all'estero non è vietato per gli ulm parlare con loro?
Oppure, in alternativa, fare un piano di volo inviandolo direttamente all'ARO di quel paese?
Ciao
16-07-2005 16:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
snowplough Offline
Junior Member
**

Messaggi: 31
Registrato: Dec 2004
Reputazione: 0
Messaggio: #4
Piano di volo & ultraleggeri
per ciò che riguarda la normativa italiana, lo puoi fare. Di quanto accade all'estero non ti so rispondere, ma se fossi io ci proverei a contattere l'ente ats straniero, tanto al massimo ti possono solo rimproverare di non farlo più in futuro.
buon divertimento!Big Grin
16-07-2005 18:53
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
pikappa Offline
Member
***

Messaggi: 166
Registrato: Feb 2004
Reputazione: 0
Messaggio: #5
Piano di volo & ultraleggeri
Lo sapevo che prima o poi il nodo sarebbe venuto al pettine...
Escludo che un ULM possa presentare piano di volo, per un semplice, stupidissimo motivo:
Gli ULM non dispongono di un nominativo univoco, in quanto le marche di immatricolazione ULM (lettera I seguita da 4 cifre, es. I-1234) coincidono perfettamente con i nominativi degli aa/mm militari in volo GAT. ossia non operativi.Cool
Chi ha avuto l'ideona di assegnare agli ULM tali marche meriterebbe proprio il tapiro d'oro (per non essere volgari...Sad)
Bella gatta da pelare...Big Grin
Al di là di questo, continuo a credere che agli ULM, in quanto "non-aeromobili" non si possa e non si debba applicare la normativa destinata all'aviazione civile, quindi il piano di volo per gli ULM secondo me non esiste.
Almeno non ancora.

PiKappa

Vola solo chi osa farlo.
(Lùis Sepulveda - Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare)
18-07-2005 23:39
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
case106 Offline
Junior Member
**

Messaggi: 6
Registrato: Jul 2005
Reputazione: 0
Messaggio: #6
Piano di volo & ultraleggeri
Caro PiKappa,
credo che il problema delle marche di identificazione ULM sia risolvibile tenendo conto che nella casella Type of Flight del piano di volo si mette "G" per voli di aviazione generale e "M" per voli militari. Quindi la confusione delle marche potrebbe essere così risolta.
Il problema comunque rimane ed è tipico di una contraddizione tutta italiana; ti consentono di andare all'estero ma non ti danno le regole. E' un buco normativo. Nel frattempo come si fà? Temo ci si debba affidare alla comprensione degli ARO di volta in volta. Ne ho trovati di gentili e di...intransigenti.
Ciao e grazie
Nuccio
19-07-2005 12:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
pikappa Offline
Member
***

Messaggi: 166
Registrato: Feb 2004
Reputazione: 0
Messaggio: #7
Piano di volo & ultraleggeri
Non credo sia così semplice.
Il campo CALLSIGN del FPL è davvero fondamentale nella messaggistica, e 2 FPL diversi con lo stesso callsign creerebbero certamente problemi.
E poi, anche ammesso che il FPL venga inoltrato, cosa faccio io al FIC se mi capitano in contatto contemporaneamente I-1234 militare e I-1234 ULM?
So chè la possibilità è remota, ma sarebbe davvero pericoloso.
In ogni caso secondo me il problema non si pone perchè gli ULM non sono aeromobili e quindi non rientrano nella regolamentazione ICAO. L'ARO è per l'aviazione civile, gli ULM non ne fanno parte.
Secondo me gli ULM possono decollare ed espatriare senza chiedere il permesso a nessuno. Non dico che sia giusto così, ma questa è la mia interpretazione della normativa attuale.

PiKappa

Vola solo chi osa farlo.
(Lùis Sepulveda - Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare)
22-07-2005 01:22
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Echo Offline
Junior Member
**

Messaggi: 29
Registrato: Sep 2004
Reputazione: 0
Messaggio: #8
Piano di volo & ultraleggeri
Bhè PK che ti entrino in contatto un I1234 ULM e I1234 Militare non dovrebbe essere possibile, perchè gli ULM non devono contattare l'ente ATS e non gli spetta nessun servizio. Massimo 500 piedi nei giorni feriali, 1000 nei festivi e nessun contatto radio... vorrà dire che faranno la prima chiamata all'ente straniero una volta passato il confine FIR... a seconda di cosa prevede la regolamentazione straniera.
24-07-2005 16:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
pikappa Offline
Member
***

Messaggi: 166
Registrato: Feb 2004
Reputazione: 0
Messaggio: #9
Piano di volo & ultraleggeri
Roger!
Wink

Vola solo chi osa farlo.
(Lùis Sepulveda - Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare)
25-07-2005 21:27
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Cougar Offline
Junior Member
**

Messaggi: 1
Registrato: Jan 2005
Reputazione: 0
Messaggio: #10
Piano di volo & ultraleggeri
se nn ricordo male, a un CA a Milano, è capitato di perdere i contatti cn un I-1234 che andava in francia e che aveva piano di volo... facendo poi le ricerche si era scoperto che questo nn fosse un militare ma un ULM...
quindi, il piano d volo, lo potrebbero presentare...
09-03-2006 14:47
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Permessi di scrittura
Non puoi inserire nuove discussioni.
Non puoi inserire risposte.
Non puoi inserire allegati.
L' HTML è disattivato.
Il MyCode è attivato.
Le faccine sono attivato.
Il codice [img] è attivato.

Contattaci | Traffico Aereo | Torna all'inizio della pagina | Torna al contenuto | Modalità archivio | RSS Syndication