1 utente stanno visualizzando questa discussione: (0 membri, e 1 visitatore).
Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Autore Messaggio
Pilota75 Offline
Member
***

Messaggi: 185
Registrato: Jan 2006
Reputazione: 0
Messaggio: #31
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
La norma sembra chiara, hai tre mesi di tempo per adeguarti alle norme ICAO.

Se vuoi possiamo anche aprire un altro 3ad
15-11-2008 13:25
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Furia Offline
Member
***

Messaggi: 63
Registrato: Mar 2005
Reputazione: 0
Messaggio: #32
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Grazie Giacomo della spiegazione...e scusa non volevo creare tensione...
Immagino ci siano anche convenienze fiscali, perchè dalle mie parti vedo anche ag T7, addirittura anche un citation.
21-11-2008 10:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
89830 Offline
Junior Member
**

Messaggi: 21
Registrato: Jun 2007
Reputazione: 0
Messaggio: #33
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Nessuna tensione
Viceversa confermo quanto da te supposto.
Il vantaggio fiscale è determinato dal risparmio sull'IVA che non esiste a S Marino.
Peraltro, il risparmio è parziale, in quanto al 20% si contrappone un 8% di gabelle varie San Marinesi.
A questo comunque consistente vantaggio, si contrappone il fatto che la macchina non diventa di proprietà dell'acquirente, il quale ne ha solo finanziato l'acquisto, ma rimane propriatà della Società San Marinese...con tutti i rischi che questo comporta.
Sinceramente fosse stato solo per risparmiare il 12% non lo avrei fatto.
La ragione era quella spiegata più sopra. Che è la stessa per la quale cercherò di passare a I-ABCD.
21-11-2008 15:30
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Furia Offline
Member
***

Messaggi: 63
Registrato: Mar 2005
Reputazione: 0
Messaggio: #34
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
I-ABCD non è un gran chè...scherzo!
In bocca al lupo comunque!
21-11-2008 17:44
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Outermarker Offline
Junior Member
**

Messaggi: 19
Registrato: Jan 2009
Reputazione: 0
Messaggio: #35
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
12-01-2009 16:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Outermarker Offline
Junior Member
**

Messaggi: 19
Registrato: Jan 2009
Reputazione: 0
Messaggio: #36
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Ciao a tutti sono nuovo del forum. Sono uno degli "operatori radio" in servizio presso la biga dell'Aeroporto di Thiene, nonché un pilota di AG.
Ho trovato molto interessante la guida di blacksheep7671, ma vorrei chiedere alcune delucidazioni, dato che recentemente ho ascoltato una conversazione che mette in dubbio la policy da lui suggerita.
Situazione: domenica di bel tempo, ma con rischio nebbia. Nel pomeriggio un SEP quadriposto decolla da Thiene e mi dice solamente "Diretto a Nord". Dopo più di un'ora arriva la nebbia che rende inagibile l'aeroporto. Tutti rientrano frettolosamente ma il SEP non si fa vivo. Chiamo ripetutamente via radio il monomotore ma non mi risponde, allora sintonizzo la radio secondaria sulla 124.15 per capire se per caso fosse in contatto con Padova FIC, ma nulla. Allora Chiamo il FIC (al telefono :-() chiedendo se per caso ce l'avevano loro, ma loro non sanno nulla di quel traffico e provano a chamare. Sulla FRQ del FIC sento, questa conversazione (cito non letteralmente):
FIC: "I-XXXX, Padova"
aereo: "Padova, I-XXXX, avanti"
FIC: "I-XX, Padova, posizione e quota"
aereo: "Prossimo alla Marmolada, 10000 piedi"
FIC: "I-XX, inserisca subito xxxx sul trasponder"
aereo: "xxxx inserito"
FIC: I-XX, mi tolga un curiosità, perché sta volando in quella zona, a quella quota e non ha contattato il FIC?"
aereo: "perchè siamo in spazio aereo classe GOLF"
FIC:"è corretto, ma siete prossimi a delle rotte commerciali ed è opportuno contattarci ugualmente"
aereo: "ricevuto".

Allora mi chiedo, se dovessi trovarmi in situazioni analoghe, posso mantenere l'ascolto senza provocare le ire del FIC o faccio meglio a contattare comunque, cercando di disturbare il meno possibile, soprattutto in situazioni di traffico congestionato?
12-01-2009 17:03
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Pilota75 Offline
Member
***

Messaggi: 185
Registrato: Jan 2006
Reputazione: 0
Messaggio: #37
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Citazione:Originariamente inviato da Outermarker
Ciao a tutti sono nuovo del forum. Sono uno degli "operatori radio" in servizio presso la biga dell'Aeroporto di Thiene, nonché un pilota di AG.
Ho trovato molto interessante la guida di blacksheep7671, ma vorrei chiedere alcune delucidazioni, dato che recentemente ho ascoltato una conversazione che mette in dubbio la policy da lui suggerita.
Situazione: domenica di bel tempo, ma con rischio nebbia. Nel pomeriggio un SEP quadriposto decolla da Thiene e mi dice solamente "Diretto a Nord". Dopo più di un'ora arriva la nebbia che rende inagibile l'aeroporto. Tutti rientrano frettolosamente ma il SEP non si fa vivo. Chiamo ripetutamente via radio il monomotore ma non mi risponde, allora sintonizzo la radio secondaria sulla 124.15 per capire se per caso fosse in contatto con Padova FIC, ma nulla. Allora Chiamo il FIC (al telefono :-() chiedendo se per caso ce l'avevano loro, ma loro non sanno nulla di quel traffico e provano a chamare. Sulla FRQ del FIC sento, questa conversazione (cito non letteralmente):
FIC: "I-XXXX, Padova"
aereo: "Padova, I-XXXX, avanti"
FIC: "I-XX, Padova, posizione e quota"
aereo: "Prossimo alla Marmolada, 10000 piedi"
FIC: "I-XX, inserisca subito xxxx sul trasponder"
aereo: "xxxx inserito"
FIC: I-XX, mi tolga un curiosità, perché sta volando in quella zona, a quella quota e non ha contattato il FIC?"
aereo: "perchè siamo in spazio aereo classe GOLF"
FIC:"è corretto, ma siete prossimi a delle rotte commerciali ed è opportuno contattarci ugualmente"
aereo: "ricevuto".

Allora mi chiedo, se dovessi trovarmi in situazioni analoghe, posso mantenere l'ascolto senza provocare le ire del FIC o faccio meglio a contattare comunque, cercando di disturbare il meno possibile, soprattutto in situazioni di traffico congestionato?


Ma il rapporto di operation normal lo aveva fatto ogni 30' anche se in spazio aereo G?
12-01-2009 17:29
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Outermarker Offline
Junior Member
**

Messaggi: 19
Registrato: Jan 2009
Reputazione: 0
Messaggio: #38
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Citazione:Originariamente inviato da Pilota75
Ma il rapporto di operation normal lo aveva fatto ogni 30' anche se in spazio aereo G? [/b]

A quanto mi risulta il monomotore non aveva mai contattato il FIC durante tutto il volo, limitandosi a rimanere in ascolto sulla frequenza. Comunque era un NO FPL
13-01-2009 10:40
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lucaberta Offline
Member
***

Messaggi: 246
Registrato: May 2007
Reputazione: 0
Messaggio: #39
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Ciao OM, e benvenuto su questo forum, ben frequentato sia da CTA che da piloti, come avrai gia' potuto vedere.

Da quanto sembra, il pilota gia' aveva 7000/C inserito, e il CTA del FIC lo ha istruito ad inserire un codice specifico per identificarlo positivamente. Fin qui poco male.

Quello che e' male e' la scusa delle "rotte commerciali". Molto male, a mio parere.

Perche' se quelle "rotte commerciali" sono spazio aereo controllato in cui e' obbligatorio il contatto con un ente ATC/ATS, allora e' un conto (e il pilota ha torto), ma se come penso nessun contatto e' necessario (classe E) allora in questo caso e' il CTA dalla parte del torto.

I CTA troppo spesso si dimenticano del fatto che in spazio aereo di classe E la presenza di traffico VFR e' cosa compatibile con i traffici IFR, dando opportune istruzioni ai traffici IFR in arrivo, ad esempio, a Bolzano.

Caspita, negli USA questa e' la cosa piu' normale, che succede ovunque, e Padova FIC si mette a fare le pippe mentali per un traffico VFR a 10000', e quindi ben sotto le minime IFR di zona?

Perche' non far si' che tutte le Alpi diventino classe A, allora, no? Teniamo a terra questi rompiballe con i paperozzi, che scocciano soltanto e in piu' non ci pagando nemmeno un centesimo per i nostri preziosi servizi (per altro da noi non richiesti...).

Mah.

Ma poi dove e' andato ad atterrare questo SEP?

Ciao, Luca
13-01-2009 13:42
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Outermarker Offline
Junior Member
**

Messaggi: 19
Registrato: Jan 2009
Reputazione: 0
Messaggio: #40
Padova FIC: SITUAZIONE OPERATIVA E SUGGERIMENTI PER L’UTENZA.
Citazione:Originariamente inviato da lucaberta

Ma poi dove e' andato ad atterrare questo SEP?

Ciao, Luca
[/b]

Ha provato a rientrare a Thiene, ma essendo l'aeroporto inagibile per nebbia, ha dirottato su Asiago
13-01-2009 18:52
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Permessi di scrittura
Non puoi inserire nuove discussioni.
Non puoi inserire risposte.
Non puoi inserire allegati.
L' HTML è disattivato.
Il MyCode è attivato.
Le faccine sono attivato.
Il codice [img] è attivato.

Contattaci | Traffico Aereo | Torna all'inizio della pagina | Torna al contenuto | Modalità archivio | RSS Syndication