Forum di Traffico Aereo

Versione completa: Radio Failure
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Salve,
Da aspirante pilota PPL-IR ieri mi è stata ipotizzata la seguente situazione:
Radio avaria durante avvicinamento vettorato; nello specifico: in navigazione IFR con un paperozzo da TOP a VOG, vettorato per ILS 36 LIML.

Verificando le procedure, in caso di radio avaria, squak 7600, proseguo per 7 min prua e quota assegnata/pianificata (oppure la minima pubblicata), quindi seguo il current FPL.
Per quanto concerne Linate, devo comunque seguire la STAR pianificata fino alla sua radio assistenza di riferimento.

Se al momento della radio avaria sono vettorato:
- non ho una STAR pianificata cui aderire
- prua e quota non sono assimilabili a minime pubblicate (eccetto le OCA)
- essendo vettorato devo ritenere che vado in conflitto con altri traffici quando il vettoramento si interrompe

Vi (mi) domando:
- Continuo per 7 min con la quasi certa conseguenza di finire per complicare ogni ulteriore manovra (overshoot del LOC, terreno, conflitto con altri traffici)?
- L'iniziale Vectoring to ILS 36 è il mio current FPL, mi autorizza ad intercettare autonomamente il LOC?

Va da se che in VMC mi tolgo dalle scatole ed atterro a Voghera.

Grazie per ogni vostro parere.

Ciao
Ciao,

in quel caso, la procedura (AIP Italia - ENR 1.1) così recita "quando vettorato radar [...] senza un limite specificato, procederà nel modo più diretto possibile per riguadagnare la rotta del piano di volo in vigore non oltre il successivo punto significativo, tenendo conto della minima altitudine di volo applicabile", per cui o fai un diretto ASTIG dalla posizione in cui eri, e poi segui la rotta fino a VOG, oppure vai diretto VOG se hai già passato ASTIG.

Occhio che i 7 minuti servono a calcolare il punto fino al quale manterrai l'ultimo livello/altitudine assegnato/a e l'ultima velocità assegnata, prima di procedere su quelli specificati nel piano di volo. La rotta è un discorso a parte, per cui il discorso sull'eventuale overshooting, separazione ostacoli etc. non si pone.

Arrivato su VOG (IAF per l'ILS 36 a Linate) inizierai la discesa, l'avvicinamento ed effettuerai l'atterraggio come da procedura in AIP ENR 1.1.

http://www.enav.it/enavWebPortalStatic/A...ENR1-1.pdf
Grazie mille per la precisa risposta, intendevo tuttavia una situazione più subdola: la radio avaria quando ormai lo IAF è passato, quando vettorato per l'ILS.

Allo scopo di anticiparmi piuttosto che ritardarmi rispetto alla sequenza dei traffici in arrivo, mi vengono date prue e quote per potermi inserire in sequenza.
Le prue e quote assegnate hanno quindi una validità operativa molto limitata nel tempo e nello spazio.

Mi è ben chiaro che i 7 minuti a prua e quota costante servono ad organizzare l'ATC e gl'altri traffici rispetto alla situazione.

Se nei paraggi di Pavia perdo il contatto radio con prua vettorata 090, 7 minuti dopo con il mio paperozzo avrò attraversato il CTR e sarò a S di COD.

Ritorno su VOG salendo a FL090?

Ciao
URL di riferimento